Hermes Locatelli

Hemes Locatelli nasce a Milano il 23/04/1970. Si innamora molto presto della musica e a 10 anni convince il padre e la madre (che non smetterà mai di ringraziare per il loro appoggio) a comprargli una chitarra classica.

Ad 11 anni inizia a prendere lezioni di chitarra seguendo un corso triennale ma a 14 anni un amico gli fa ascoltare una musica molto “strana” per lui a quei tempi: Black Market dei Weather Report … ed è subito amore! Inizia così il “tutto”.

Dopo aver sentito Jaco in quel disco inizia a prendere lezioni di basso elettrico da un insegnante (Renzo Mantovan) dal quale apprende impostazione e tecniche fondamentali.

Poi studia con Giacomo Lampugnani prima e Riccardo Fioravanti poi; quest’ultimo (grandissimo jazzista} ha il merito, oltre alle sue preziosissime lezioni, di indirizzarlo verso la sua strada, cioè il funk.

Vive in pieno il periodo della fusion anni 80 dalla quale si lascia coinvolgere totalmente, subendo quindi le influenze di bassisti come Jaco Pastorius (ovviamente), Alain Caron, Victor Bailey, Marcus Miller, Jimmy Haslip, Rocco Prestia, Anthony Jackson, Nathan East.

Scopre in questo periodo che (come diceva il suo insegnante) il Funk e la musica che gli scorre nelle vene. Ad oggi le sue collaborazioni sono numerosissime sia live che in studio. Ha lavorato e collaborato con molti musicisti italiani e non, tra i quali: Paola Folli, Aida Cooper, Jenny.B, Michael Rosen, Pino Bifano, Nunzio Rossi, Salvo Correri, Thierry Zinzs, Eugenio Mori, Vincenzo Rende, Franco Penatti, Walter Martino, Fabrizio “bicio” Leo, Gianluca Scollo, Max Pieri, Rolando Cabrini, Gabor Lesko, Lopez Rende, Dario Tanghetti, Wally Allifranchini, Silvio Piccioni, Fabio Casali, Liano Chiappa, Aco Bocina, Rob Lopez e moltissimi altri.

Ha lavorato nel 2008 net tour di Riccardo Maffoni (vincitore Festival d1 Sanremo 2006 sezione giovani) nel 2003 e nel 2004 con Jenny.B (vincitrice Sanremo 2002 sezione giovani) sempre nel 2008 con Aco Bocina (quotato come miglior mandolinista del mondo) con Daniele Ronda (Festivalbar 2003).

Lavora spesso nel circuito Zelig come bassista della band che accompagna gli spettacoli d Leonardo Manera e Claudia Penoni “I polacchi” (insieme a Eugenio Mori – drums, Stefano Melchiorre – Guitar, Alessandro Carta – Keyboards) nei quali ha collaborato anche con tantissimi artisti di quell’area: Enrico Bertolino, Mister Forrest, Diego Parassole, Marco Della Noce, Katya e Valeria, Teresa Mannino.

I suoi recenti lavori in studio: l’ultimo disco di Aco Bocina “Aco meet the pop”, il singolo di Radio dc e Nek ”Notte Bastarda'”, il singolo ”Suave” delle “Cinema 2”, il disco di Giacomo Barbieri “Rita”, il nuovo cd di Stefano Magnanelli, il nuovo cd di Giulia Cardia e nel 2003 realizza uno splendido album (finalmente a nome della sua band ) di Jazz/funk/fusion con MODUS, una bellissima band formata da Hermes, Pino Bifano, Max Pieri e Tiziano Chiappelli (i brani sono ascoltabili nel suo myspace www.myspace.com/hermeslocatellli ).

Ha la cattedra di insegnante di basso elettrico all’Accademia di Musica Modena (sezione di Piacenza), alla scuola MUSX di Milano, in due scuole civiche dell’interland milanese, alla scuola VAOAGROOVE .

“Ciò che non si può dire e ciò che non si può tacere, la musica lo esprime.”

Victor Hugo